Come Creare Cataloghi o Riviste? Ecco come!

Realizzare e progettare una stampa cataloghi, rivista o brochure è sia un lavoro molto impegnativo che soddisfacente. Con il termine brochure si intende l’impaginato composto da un numero variabile di quartini, fogli che hanno quattro facciate, essi possono essere rilegati con due punti metallici o in brossura.
Il punto metallico è la rilegatura ideale per cataloghi che hanno un numero limitato di pagine con una copertina che varia dai 250 ai 300 grammi, le facciate spaziano da 32 a 40 con grammatura interna di 135. Otre questo numero di facciate il catalogo assume quel antiestetico rigonfiamento.


catalogo

stampa cataloghi o riviste on line

Comunicare con un’idea adeguata al prodotto
L’aspetto delicato di questa fase è la realizzazione del concetto base, ossia la coerenza che lega gli elementi testuali e decorativi. Come presentare il prodotto, in che contesto collocarlo e quali valori evocare ai consumatori.

Per essere vincente deve trasmettere una comunicazione persuasiva, l’utente deve vivere un’esperienza sensoriale dove il prodotto deve evocare questa sensazione.
Il catalogo  si inserisce in un discorso di comunicazione a 360 gradi, dove tutte le strategie di vendita e di marketing sono strettamente legate dalla scelta del committente.
Progettazione su carta, inizio fondamentale
E’ opportuno iniziare a impaginare la brochure su materiale cartaceo, delineare le idee e le soluzioni migliori  e vincenti. Su un foglio bianco tracciate la struttura del catalogo, evidenziando la forma, i colori di sfondo, il tipo di carattere, la disposizione dei testi e immagini,  il loro allineamento e il  numero di pagine.
Quando il progetto incomincerà a prendere forma a questo punto si potrà decidere che stile grafico utilizzare, la composizione degli elementi testuali e decorativi.
Successivamente bisogna delineare i concetti guida e iniziare la progettazione della bozza al computer.
catalogo 





Catalogo classico o innovativo, la difficile scelta del formato ideale

La scelta del formato è legata principalmente dalle preferenze del committente, altri elementi da prendere in considerazione sono il numero di pagine, le immagini e i contenuti.
La decisione viene il più delle volte influenzata da un fattore economico, di budget che il committente dispone, è molto comune optare per il formato A5 ( 14.8 x 21 cm) che se realizzato con un’ottima grafica può diventare un prodotto allegro e innovativo.
La confezione dipende dal numero delle pagine, si può scegliere tra la cucitura a due punti metallici o la brossura. La scelta del supporto dovrà essere coerente con il messaggio che si vuole trasmettere.
catalogo
I testi, le immagini e i colori
E’ molto importante farsi dare tutto il materiale che si vuole utilizzare in tempi brevi per chiarire fin da subito le tempistiche di lavorazione.

L’insieme di immagini e grafica dovrà fare da corredo a tutto l’impaginato, i testi dovranno essere controllati per capire che tipo di messaggio trasmettono, se sono tecnici dovranno avere una grafica pulita e statica , mentre se sono intensi, che esprimono emozioni, avranno una grafica coinvolgente ed emozionale.
Valutare il peso del testo e l’uso dell’interlinea, se avete poco testo giocate con  la parte grafica ma fate attenzione a non scegliere troppi font che rischiano di appesantire l’impaginato.
La scelta dei colori è una fase molto importante nella progettazione del catalogo, decidere le tonalità cromatiche significa influenzare la lettura, ossia bisogna stare attenti a non creare toni troppo forti rispetto al messaggio che si vuole trasmettere. Giocare con le trasparenze e intensità dei colori è la strada migliore per rendere il progetto estremamente interessante e versatile.

catalogo 

stampa cataloghi o riviste on line