Come creare biglietti da visita

Il biglietto da visita ha origini molto antiche, in Italia inizia a farsi conoscere nel 1730.
Inizialmente erano dei cartoncini manoscritti, nel 1750 cominciano a diffondersi i primi esemplari stampati con nome di persona e motivi decorativi. Il biglietto da visita da sempre è lo strumento di comunicazione più immediato per fornire informazioni di se stessi, della propria attività o per esprimere un pensiero.
Prima dell’era tecnologica
il biglietto da visita era realizzato mantenendo le stesse caratteristiche tradizionali, su carta bianca, dimensione standard per poter essere inserito all’interno del proprio portafoglio e contenente le solite informazioni di base come nome, cognome, professione, azienda, numero di telefono e fax.


Con l’avvento delle nuove tecnologie
si è intrapreso la nascita di nuovi canali di comunicazione, biglietti da visita on line che permettono di ispirarsi graficamente. Propongono modelli originali e particolari, il biglietto da visita tradizionale inizia ad evolversi con l’ampliamento di nuove informazioni e gusto estetico. Grazie all’aumento di siti web e indirizzi mail i contenuti inseriti nei biglietti da visita iniziano a modificarsi concettualmente.
La posta ordinaria diventa sempre meno importante e di conseguenza l’indirizzo fisico viene sostituito dall’indirizzo mail e dal link al proprio sito internet.
Nasce l’esigenza di essere ricercati nel web e con l’avvento dei social network inizia a diffondersi la necessità di aggiungere ai dati standard indirizzi di facebook, twitter, google plus e skype.
Con lo sviluppo a livello mondiale degli smartphone si è sviluppata una nuova tecnologia, comoda e efficace, il codice Qr. Questo codice, che si trova anche negli articoli dei supermercati, giornali e siti web, viene letto dagli smartphone tramite la fotocamera integrata e un programma free( facilmente scaricabili nelle appllicazioni) permette di salvare nella propria rubrica tutte le informazioni contenute nel biglietto da visita ( nome, cognome, società, numero di telefono, email, sito web e note).
biglietti da visita

stampa biglietti da visita
Il concetto sia estetico che di contenuto dei biglietti da visita sta cambiando, il template grafico, la scelta dei colori , la realizzazione del logo devono comunicare emozioni differenti a chi sta guardando la nostra business card per la prima volta, potrebbe essere un nostro potenziale cliente, la prima impressione è quella che conta ricordatevelo !
Lo scopo principale dei biglietti da visita è quello di promuovere il nostro brand,
la nostra attività. Deve diventare il nostro strumento efficace di comunicazione, deve trasmettere la nostra forza e identità. La vostra business card rappresenta la prima impressione che i vostri potenziali clienti hanno sulla vostra azienda, quando andate agli appuntamenti essi si ricorderanno di voi tramite il biglietto da visita. La gestione dei contenuti, il design devono essere unici e attraenti, la complessità sta nel fatto che essendo lo spazio molto piccolo i dati da inserire devono essere esaustivi.

biglietti da visita
Esistono tre tipologie di biglietti da visita


Biglietti da visita professionali
Sono quei biglietti indirizzati alla professione da commerciale. Persone che utilizzano maggiormente questo strumento per farsi conoscere dai loro potenziali clienti.
Ragion per cui i loro biglietti da visita devono essere accattivanti e inimitabili. Il loro scopo è promuovere la loro attività e professionalità. Ad esempio se devono rappresentare un’azienda che produce scatole, posso ideare un biglietto da visita fustellato a forma di scatoletta, la creatività è alla base di ogni successo, rappresenta la chiave della loro strategia di vendita.

Biglietti aziendali
Sono biglietti indirizzati a figure specializzate all’interno dell’azienda.
Cosa fondamentale da non sottovalutare è l’uso dei colori legati al logo correlati all’immagine aziendale o immagine coordinata. L’importante è scrivere tutte le informazioni necessarie per essere ricontattati nel momento del bisogno.

Biglietti da visita fai da te
Sono biglietti indirizzati a liberi professionisti. Rompono ogni schema reimpostato delle aziende. Possono essere composti con colori sgargianti e ricchi di motivi decorativi. L’importante è che rispecchino la propria identità e brand.


Logo
Se il vostro biglietto da visita necessita di un logo assicuratevi che sia ben leggibile e ben visibile specialmente se contiene del testo. Nonostante rappresenti l’elemento più importante del biglietto da visita non lasciate che occupi tutto lo spazio disponibile e verificate che non sia in bassa risoluzione.
Nome aziendale
Un biglietto da visita deve sempre indicare il nome dell’azienda o organizzazione che rappresenta.Ricordatevi di personalizzare il biglietto con il vostro nome così se il vostro potenziale cliente  contatterà la vostra società vorrà parlare con voi che vi siete presentati all’appuntamento.




biglietti da visita

Ruolo aziendale
In un biglietto da visita commerciale o aziendale non deve mancare la vostra mansione o ruolo che ricoprite all’interno dell’azienda. E’ buona norma indicare il tipo di lavoro che svolgete sia se siete dei liberi professionisti che collaboratori o dipendenti di una società.

Informazioni di contatto
Indirizzo, numero di telefono, fax, indirizzo e-mail e sito web non sono dati sufficienti. Date più informazioni possibili che rendano i vostri biglietti da visita unici, come numero di cellulare, indirizzo di face book, twitter, skype. Sfruttate ogni strumento per comunicare con i vostri potenziali clienti.
Grafica
Dopo la stesura dei contenuti il passo successivo è studiare una grafica accattivante e    unica tenendo conto in che ambito verrà utilizzato il biglietto da visita, a chi è rivolto. Non eccedere con colori sgargianti se è rivolto ad aziende si consiglia di scegliere sfondi tenui e gradevoli.
La scelta dell’ orientamento

L’orientamento è il posizionamento degli elementi testuali e decorativi all’interno dello spazio delimitato. Prima della progettazione grafica consigliamo di posizionare gli elementi, logo, testi , informazioni nel formato che si desidera.
biglietti da visita
La creazione del logo
Il logo deve essere ben leggibile, consigliamo di farlo con programmi vettoriali come Adobe Illustrator, in fase di stampa non verrà sgranato.
La selezione del carattere

La scelta del carattere è sempre molto complessa, deve essere ben leggibile in stampa l’importante e rispecchi l’idea di immagine coordinata studiata precedentemente.
L’uso della forma

La forma tradizionale del biglietto da visita è sempre stata quella rettangolare, orizzontale o verticale, con l’avvento delle nuove tecnologie e di internet si aperto un mondo di innovazione e sperimentazione. On line si trovano tantissime gallery che propongono biglietti da visita particolari e unici. Si possono sperimentare forme circolari, fori fustellati dove per esempio inserire le dita, angoli arrotondati etc. 






Come stamparli


La stampa del biglietto da visita rappresenta l’ultima fase: è una fase molto delicata poiché bisogna tenere conto di alcuni aspetti tecnici:
Metodo di colore
Quando lavoriamo su PC o MAC il nostro metodo di colore è RGB, bisogna convertire il metodo colore in CMYK ( ciano – magenta – giallo – nero)
Le Dimensioni migliori
Il formato standard di un biglietto da visita è 8.5 x 5.5 cm, la misura standard richiesta dalla maggior parte di utenti, questa misura è perfetta poiché combacia con le dimensioni delle carte che abbiamo all’interno dei nostri portafogli.
Se volete utilizzare questa dimensione ricordate di lavorare in un’area di 9.1 cm x 6.1 cm , i 3 mm di abbondanza in entrambi i lati servono a delineare i margini di sicurezza e di abbondanza per evitare che in fase di taglio vengano eliminate parti testuali e decorative.
La carta
Si consiglia di utilizzare un cartoncino di grammatura che varia dai 300 ai 350 grammi.

stampa biglietti da visita